Sussidi Straordinari

Cosa sono

L’ERSU di Catania concede, ai sensi della L.R. n. 20/2002 e nei limiti delle risorse finanziare disponibili, sussidi in denaro a favore di studenti che vengono a trovarsi in uno stato di bisogno particolare in conseguenza del verificarsi di eventi gravi personali o riguardanti il proprio nucleo familiare, tali da compromettere la prosecuzione degli studi.

I benefici hanno carattere di straordinarietà, conseguentemente non può essere concesso per la stessa motivazione e non più di due volte nell’intero periodo di permanenza all’Università.

Per gli iscritti al primo anno di corso di laurea, per gli iscritti a scuole di specializzazione e di dottorato di ricerca non sono richiesti requisiti di merito

Per gli studenti iscritti ad anni successivi al primo è necessario aver superato almeno due esami nell’ultimo anno accademico.

I benefici possono essere concessi per un periodo di tempo non superiore alla durata legale del corso di attuale appartenenza del richiedente più due anni.

Soddisfatti i requisiti di merito, per richiedere il sussidio gli studenti devono avere un indicatore economico Isee (Dpcm 159 del 2013) per il diritto allo studio non superiore alla soglia massima fissata per la partecipazione al concorso per le borse dell’anno accademico di riferimento.

I documenti richiesti

Lo studente richiedente deve adeguatamente documentare lo stato di bisogno causato da uno dei seguenti eventi eccezionali, verificatosi non oltre due anni precedenti la data della presentazione della domanda: malattia grave del richiedente, decesso, malattia, perdita del posto di lavoro o grave pregiudizio all’attività lavorativa del familiare produttore di reddito che annulla o riduce significativamente il reddito complessivo del nucleo familiare.

Come fare richiesta

Le richieste di sussidio straordinario devono essere compilate esclusivamente per via informatica collegandosi al sito internet dell’Ente dal 1° marzo al 30 aprile e dal 1°agosto al 30 settembre.

Assegnazione del beneficio

Il sussidio viene attribuito dal Consiglio di Amministrazione su proposta della Commissione Sussidi che si riunisce per prendere in esame le istanze pervenute entro le due scadenze regolamentari per accertare e valutare i requisiti e le condizioni di eccezionalità dichiarate, e per formulare le relative proposte di attribuzione (fino alla concorrenza della quota di stanziamento) o di rifiuto adeguatamente motivato.