Premio Pirandello Conferenza Stampa

Martedì 1 ottobre alle ore 11,00 al Refettorio piccolo della Biblioteca Ursino Recupero (con ingresso da Via Biblioteca), si terrà la conferenza stampa organizzata dall’ERSU di Catania per la presentazione del 3° Premio letterario Pirandello.

Gli studenti universitari avranno tempo fino a domenica 6 per presentare un elaborato sul tema “La violenza sulle donne nella letteratura”. Giovedì 10, nell’aula magna del Rettorato (inizio alle ore 18), si terrà poi la cerimonia di premiazione dei primi due classificati. Alla presentazione dell’iniziativa sono intervenuti la professoressa Sarah Zappulla Muscarà (presidente della giuria esaminatrice del Premio), il presidente dell’Ersu di Catania, Alessandro Cappellani e il responsabile dell’ufficio stampa dell’Ersu, Giampiero Panvini.

“Questo Premio è una creatura a cui tengo molto – ha affermato il dottor Giampiero Panvini introducendo il dibattito -. E’ una pietra miliare nel cambiamento del nostro Ente, che si sta rinnovando ed è sempre più vicino agli studenti. Le autocelebrazioni non mi piacciono, ma noi oggi stiamo conseguendo risultati notevoli. Gli studenti adesso ci apprezzano, ci cercano e al loro fianco conduciamo molte battaglie grazie soprattutto all’impegno del nostro presidente Alessandro Cappellani. Il Premio Pirandello, giunto alla terza edizione, è un momento culturale importante per gli studenti della nostra università”.

Subito dopo, la parola è passata al presidente dell’Ersu di Catania, Alessandro Cappellani: “L’Ersu non deve essere un baraccone politico, che distribuisce borse di studio, pasti e via dicendo. L’Ente regionale per il diritto allo studio universitario deve costituire un punto di riferimento prezioso per gli allievi del nostro ateneo. Quest’anno, il Premio Pirandello ha un tema di grande attualità come quello della violenza sulle donne e il femminicidio. I nostri studenti stanno lavorando con impegno e grazie alla disponibilità della giuria esaminatrice potranno presentare i loro lavori entro il 6 ottobre. Siamo felici, che la premiazione dei vincitori si svolga nell’Aula magna dell’università e ringrazio il Magnifico Rettore, Giacomo Pignataro che ci è sempre molto vicino. Per il Giorno della Memoria c’è già in cantiere un’ altra iniziativa dove premieremo i migliori filmati realizzati dagli studenti”.

Alla premiazione di giovedì 10, interverranno anche il Procuratore Aggiunto della Repubblica, Marisa Scavo, che parlerà di “Femminicidio e violenza di genere”, la scrittrice Simonetta Agnello Hornby, autrice del libro “Il male che si deve raccontare” e l’attore Agostino Zumbo, che leggerà i migliori elaborati presentati dagli studenti. Condurrà la serata la giornalista Michela Giuffrida, direttore di Antenna Sicilia.

Come sempre grande l’entusiasmo della professoressa Sarah Zappulla Muscarà: “Il Premio Pirandello affronta un tema di grande interesse per l’opinione pubblica. Vedremo chi vincerà, ultimamente gli studenti delle facoltà scientifiche stanno prendendo il sopravvento su quelli delle facoltà letterarie… Per i ragazzi è un momento importante e ringrazio il presidente dell’Ersu e il Rettore, sempre disponibili con gli studenti”.

La giuria è composta dalle professoresse Sissi Sardo e Gisella Padovani e dal professore Roberto Tufano. Al primo classificato andranno 1.000 euro, al secondo 500, 00 euro, ma riconoscimenti in libri andranno anche agli altri elaborati meritevoli.

Umberto Pioletti